fbpx

A Milano arriva PanB: ed è tutto un altro panino. BY SHOPPINGMILANOROMA.IT

Di certo non il solito panino. Non quel convulso mordi e fuggi da pausa pranzo. Nemmeno la noia di un toast o i pasticci di certi hamburger. A Milano il rito del panino oggi è una cosa seria. Sposa la sperimentazione in cucina, l’attenzione all’eccellenza delle materie prime e l’estro che sa trasformare la semplicità di un classico in un’esperienza foodie tutta da assaporare – ma anche da postare sui social.

“L’unicità di questo prodotto panario è legata all’ originale metodo di preparazione, all’ attenta manipolazione dell’impasto ma soprattutto alla cottura, che avviene sotto una campana di vetro dove il pane cuoce avvolto in una nuvola di vapore”, spiega Adriano Continisio, che insieme a Paola Sersante, Raniero Proietti ed il nuovo partner finanziario Rovagnati ha scommesso su questa novità.

E se è vero che l’inedito di Panb sta tutto nel metodo di cottura, anche sul lato farcitura non c’è da rimanere delusi: il panino viene imbottito con ingredienti DOP o IGP come il Prosciutto Gran Milano Riserva, il fior di latte e la provola di Agerola, il tonno e alici di Cetara, datterini gialli della Campania, salmone norvegese, la ricotta di bufala, la burrata pugliese.

E per i più golosi si finisce anche in dolcezza: il Bollicino è la versione dessert, che si fa spazio a suon di burro, uova, crosticina caramellata e farcitura golosa a base di creme.